I giganti baobab

Nei villaggi africani, dove non esiste corrente elettrica e dove ci si alza con il sole e con il sole si va a dormire, nelle chiare notti di luna, gli anziani si ritrovano con i bambini a raccontare storie.

In molte di queste, il baobab è il protagonista.

La piu’ famosa storia narra che , quando Dio creo’ il baobab e la palma, fece il primo piu’ massiccio e robusto e la seconda piu’ alta.Il baobab si lamento’ e protesto’ con Dio, il quale, arrabbiato lo sradido’ e lo conficco nella terra a testa in giu’.

E in effetti, è questo cio’ che sembra: radici al posto della chioma.L’albero ha una grande capacita’ di immagazzinare acqua all’interno del suo tronco come riserva nella stagione secca.

Le piante possono raggiungere i 30 metri di altezza e i gli 11 di diametro e spesso hanno delle forme bizzarre.

Le proprietà terapeutiche della polpa e dei semi sono mirate ai problemi gastrointestinali in quanto i frutti svolgono un’azione prebiotica e regolatrice della flora batterica. Inoltre alcune ricerche sui benefici della polpa, hanno evidenziato come questa abbia anche un effetto antinfiammatorio e antivirale. Ecco perché integratori e prodotti a base di frutti di baobab sono consigliati a chi è influenzato o a chi in vista del periodo autunnale e invernale .

Infine, un’altra proprietà molto utile riguarda il sostegno che dà all’organismo durante le diete ipocaloriche e periodi di forte stress. Il baobab, quindi, merita a pieno titolo il nome di Albero della Vita.